sabato 18 dicembre 2021

La comunicazione di Istruzione Parentale va inviata alla scuola entro il 28 gennaio 2022 allegando progetto didattico-educativo.

La comunicazione di Istruzione Parentale va inviata alla scuola entro il 28 gennaio 2022.
E' quanto contenuto nella nota prot. 29452 del 30 novembre 2021 emanata dal MIUR a oggetto "Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2022/2023".
Nel testo a pagina 11 si legge: "La comunicazione viene presentata in modalità cartacea entro il 28 gennaio 2022 e alla stessa è allegato il progetto didattico-educativo che si intende seguire in corso d’anno,.."



CIRCOLARE MIUR Nota Prot. 29452 del 30.11.2021

  • i genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale che intendano avvalersi dell’istruzione parentale effettuano una comunicazione preventiva direttamente ad una scuola primaria (o secondaria di primo grado) del territorio di residenza, dichiarando di possedere le competenze tecniche e i mezzi materiali per provvedere all’istruzione dell’alunno;
  • la comunicazione viene presentata in modalità cartacea entro il 28 gennaio 2022 e alla stessa è allegato il progetto didattico-educativo che si intende seguire in corso d’anno, in coerenza con l’articolo 3, comma 1, del decreto ministeriale 8 febbraio 2021, n. 5 riguardante la disciplina degli esami di idoneità e integrativi;
  • sulla base di tale dichiarazione, il dirigente dell’istituzione scolastica prende atto che l’assolvimento dell’obbligo di istruzione è effettuato mediante l’istruzione parentale. Comunica altresì ai genitori e agli esercenti la responsabilità genitoriale che, annualmente, se intendono continuare ad avvalersi dell’istruzione parentale, devono effettuare la citata comunicazione preventiva entro il termine delle iscrizioni on line, presentando contestualmente il progetto didattico-educativo che si intende seguire nell’anno di riferimento;
  • l’alunno in istruzione parentale deve sostenere il prescritto esame annuale di idoneità entro il 30 giugno, ai sensi dell’articolo 23 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62 e dell’articolo 3, comma 3, del decreto ministeriale 8 febbraio 2021, n. 5;
  • le domande di iscrizione all’esame di idoneità devono pervenire alle istituzioni scolastiche prescelte per l’effettuazione dell’esame entro il 30 aprile dell’anno di riferimento secondo quanto previsto dall’articolo 3, comma 1, del richiamato decreto ministeriale 8 febbraio 2021, n. 5.

mercoledì 7 aprile 2021

S. Benedetto da Norcia

Era nato a Norcia, nell'Umbria, l'anno 480.
Era ricco e si fece povero.
Abbandonato il paese, andò ad abitare una spelonca del monte presso Subiaco.
Nella solitudine del suo eremo, giungeva la eco dei barbari che saccheggiavano i villaggi della pianura. se ne rattristava e pensava come porre rimedio a tanti mali.
Un giorno gli balenò un'idea: la vita del mònaco dev'essere fondata non soltanto sulla contemplazione e sulla preghiera, ma anche sul lavoro.

sabato 20 marzo 2021

In autismo la famiglia è al centro

Sono Maria Chiara la mamma di Luca,
un bambino di 10 anni affetto da disturbo generalizzato dello sviluppo.
La scelta di parlare di mio figlio Luca nasce dal desiderio forte che è nato, ed è cresciuto in me, sin dal momento in cui, per amore ma anche per curiosità, ho deciso di entrare ed esplorare il mondo dell’autismo con tutte le sue caratteristiche.

giovedì 18 marzo 2021

Scuola San Benedetto per i bambini con deficit cognitivi e autismo.

I monaci benedettini inventarono la scuola pubblica gratuita e gli ospedali pubblici gratuiti.
Inventarono il principio di CURA degli infermi che diede infatti la possibilità ad Ermanno di Reichenau, detto il Contratto o lo Storpio di essere adottato, all'età di sette anni nella scuola del monastero benedettino di Reichenau, fondato da san Pirmino, sull'omonima isoletta del Lago di Costanza. Potè così ricevere le cure necessarie alla sua grave disabilità e arrivare a scrivere testo e musica dell'eccelsa preghiera "SALVE REGINA".
Noi ci ispiriamo alle stesse gesta benedettine nella cura che mettiamo nell'istruzione ed inclusione della nostra scuola San Benedetto. Il supporto è realizzato tenendo conto anche delle difficoltà di apprendimento dei bambini, grazie alla "Procedura di Comprensione Scolastica per gli alunni con autismo" elaborata dalla dott.ssa Maria Chiara Nordio.

giovedì 4 marzo 2021

Proponi un'opera concreta: la scuola di San Benedetto.

La scuola di San Benedetto è il sistema più efficace per proteggere i bambini dalla povertà educativa sinistra attiva oggi fin dalla scuola elementare. Attualmente, nella maggior parte dei casi, la scuola pubblica ha smesso di insegnare ma continua a trattenere in classe gli alunni per 8 ore facendo loro perdere gli anni preziosi all'apprendimento effettivo.
Arrivano poi all'università incapaci di scrivere, incapaci di tenere di conto e con lacune profonde ed incolmabili.

giovedì 18 febbraio 2021

Alla scuola San Benedetto il quaderno ordinato è garanzia di un'ottima preparazione

Curare il proprio lavoro fin dal primo giorno di scuola elementare, ottenendone immediata soddisfazione personale, determina l'acquisizione di categorie atte ad interpretare ogni realtà, e di un metodo applicabile ai diversi contesti quotidiani.
Il quaderno in formato A5 favorisce la spazialità, l'organizzazione degli spazi e quindi una più facile collocazione di immagini e testo da parte del bambino.
Nelle fotografie dei quaderni di classe prima infatti si può subito osservare come l'impaginazione risulti regolare, ordinata ed esteticamente equilibrata.

giovedì 17 dicembre 2020

La scuola come Dio comanda (oggi anche a casa).

Una scuola che insegna davvero non dura 8 ore al giorno ma lascia il tempo per la socializzazione in famiglia ed in società, non incolla fotocopie sui quaderni ma insegna a scrivere.
La scuola insegna per davvero quando istruisce i bambini ogni giorno per un massimo di 3-4 ore al mattino e poi permette loro di tornare in famiglia, ed in società, per il resto della giornata ad impiegare, con profitto, il tempo lasciato libero da inutili compiti per casa.
La scuola che insegna punta alla cura, rifiuta la sciatteria e il pressapochismo. La scuola che insegna impiega il metodo di sempre: la maestra spiega alla lavagna ed i bambini scrivono sui loro quaderni senza incollare nessuna fotocopia.

sabato 12 dicembre 2020

Scuola San Benedetto, non è mai troppo tardi per imparare la cura se si lavora con impegno e dedizione

Questo è il lavoro di un bambino di classe 5a, ma i suoi lavori non sono sempre stati così.
Quest'anno ha cambiato scuola ed insegnante e, uscendo dall'offerta formativa pubblica e svolgendo l'istruzione parentale con un supporto pedagogico e didattico a distanza, la sua maestra oggi è la sua mamma.
Il bambino ha colmato evidenti lacune negli apprendimenti della scrittura del corsivo e nella matematica.
L'aver iniziato un nuovo modo di lavorare, seppur solamente in classe 5a, ha permesso a questo bambino di trovare soddisfazione nella cura infusa nel proprio operato, senza tralasciare il rinforzo dell'autostima e la maggior sicurezza acquisita nel relazionarsi con il mondo.

giovedì 10 dicembre 2020

Il recupero ed il consolidamento degli apprendimenti avviene tramite la cura e l'applicazione nel lavoro quotidiano

Un ottimo recupero e consolidamento degli apprendimenti si ottiene con la la cura e l'applicazione nel lavoro quotidiano. I bambini trovano subito soddisfazione nel vedere i risultati eccellenti del proprio impegno.
Ecco i quaderni di un bambino di 3a classe della scuola San Benedetto.





sabato 5 dicembre 2020

Riportiamo a scuola il principio di cura benedettina ed i bambini rifioriscono.

E' sempre più frequente, di questi anni, incontrare ragazzi che non essendo stati educati alla cura ed all'amore per il proprio lavoro durante la scuola elementare, manifestano per esempio nel corso degli anni, diverse lacune. Una di queste è sicuramente la grafia deformata, nell'adolescenza, dalla mescolanza di diversi caratteri: lettere corsive si incrociano e si alternano con stampatelli maiuscoli e minuscoli di diverse fattezze. Inoltre aver scarsamente esercitato la memoria durante la fanciullezza, comporta successivamente importanti difficoltà anche nel campo matematico come ad esempio il calcolo mentale.

giovedì 3 dicembre 2020

Due mesi di lavoro di due bambini di classe 3a della scuola San Benedetto.

Alcune fotografie di come due bambini di classe 3a della scuola San Benedetto hanno lavorato nei primi due mesi di scuola. Lo straordinario impegno, profuso anche dalla mamma/maestra e dai bambini produce sempre i migliori frutti.



lunedì 16 novembre 2020

I quaderni di una alunna di classe 4a della scuola San Benedetto

I quaderni di una alunna di classe 4a della scuola San Benedetto.
La cura dei quaderni è alla base dell'apprendimento della scuola San Benedetto con le didattiche di Maria Chiara Nordio.








mercoledì 11 novembre 2020

Festa di San Martino con poesia e dolce tradizionale per gli alunni della scuola San Benedetto

Oggi 11 novembre, festa di S. Martino, gli alunni della scuola San Benedetto sospendono l'attività didattica per dedicarsi interamente ad attività in ricordo del Santo e della tradizione.
I bambini hanno preparato la scheda monografica del Santo, tra i primi santi non martiri proclamati dalla Chiesa Cattolica, e poi hanno preparato il tradizionale dolce decorato di pasta frolla.
Infine, per gli alunni di 4a e 5a classe studio e memorizzazione della poesia S. Martino di Giosuè Carducci.
"La nebbia agli irti colli...

mercoledì 30 settembre 2020

A qualche giorno dal via, aule in allestimento e genitori/maestri al lavoro...

Mamme e papà, maestri della scuola di San Benedetto, sono all'opera, con i loro bambini, per la preparazione dell'aula e dei sussidi di italiano, matematica, scienze e tutte le altre materie.

lunedì 21 settembre 2020

Scuola San Benedetto - Quarta settimana di formazione dedicata alle attività integrative

L'ultima settimana di settembre, del training per i genitori, è dedicata alla spiegazione della programmazione delle "altre discipline" e chiude il percorso di formazione, iniziato a luglio con le conferenze dei formatori di livello nazionale e internazionale, ed utile alla preparazione per il buon avvio dell'anno scolastico, il prossimo 5 ottobre, con l'istruzione parentale svolta a casa della scuola San Benedetto.

lunedì 14 settembre 2020

Scuola San Benedetto - Al via la terza settimana di formazione per i genitori.

Sette giorni di spiegazione della programmazione di matematica con il metodo di Camillo Bortolato e simulazione di una lezione a casa. Nel frattempo anche il piccolo Lorenzo da Velletri, dopo aver superato l'esame d'idoneità alla classe 3a, è al lavoro con la mamma per preparare il materiale necessario all'avvio dell'anno del 5 ottobre.

mercoledì 9 settembre 2020

La Scuola San Benedetto anche per le medie.

In continuità con la Scuola San Benedetto, è disponibile la consulenza pedagogica per il ciclo di istruzione della scuola secondaria di primo grado (scuola media) affidata al prof. Giorgio Cavallo, storico e giornalista.
Per informazioni consultare il sito www.centrostudic2.com

sabato 15 agosto 2020

Prepariamo il materiale per i "remigini" e l'inizio dell'istruzione parentale del 1° Ottobre 2020

Il supporto pedagogico ai genitori è pronto ed il corso per potenziarsi come buoni maestri, oltre che ottimi genitori, è alle battute finali. A settembre al via il training con le istruzioni pratiche su come lavorare con i propri figli a casa.

venerdì 10 luglio 2020

Per l'istruzione parentale non serve "nulla osta" della scuola, basta dichiarare ed iniziare.

Il MIUR chiarisce che i genitori che intendono provvedere direttamente all'istruzione del proprio figlio avvalendosi dell'art. 30 della Costituzione Italiana e norme derivate, e che si ritengono personalmente responsabili dell'assolvimento dell'obbligo scolastico del proprio figlio,  debbono inviare semplicemente apposita comunicazione al Dirigente Scolastico.
Pertanto non è necessario alcun "nulla osta" da parte della scuola, la quale deve solo attestare, a fine anno tramite apposito esame, il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento annuali.

venerdì 3 luglio 2020

Presentazione del libro BENEDETTA SCUOLA a Cortina d'Ampezzo

Quest'estate presento con l'avvocato Gianfranco Amato il mio libro BENEDETTA SCUOLA a Cortina d'Ampezzo il 18 luglio 2020.
Sarà l'occasione per presentare la scuola di San Benedetto in cui trasmetto supporto con le mie didattiche ai genitori che intendono avvalersi dell'educazione parentale per i propri figli. 
La conferenza si inserisce al'interno del ciclo di eventi CORTINATERZOMILLENNIO.com che la giornalista Rosanna Raffaelli Ghedina organizza nella città bellunese "perla delle dolomiti" da oltre 25 anni. 


giovedì 2 luglio 2020

Il 15 luglio 2020 inizia la formazione dei genitori della scuola parentale

Il 15 luglio 2020 inizia la formazione dei genitori che intendono iniziare a svolgere la scuola parentale di San Benedetto con le didattiche di Maria Chiara Nordio.
Per iniziare occorre procedere alla "Iscrizione corso genitore" entro il 15 luglio.
Questa procedura permette l'accesso al PLESSO VIRTUALE disponibile dal 15 luglio.
Dal 22 luglio al 30 agosto 2020 si svolgerà un ciclo di conferenze tenute dai nostri formatori di primo livello nazionale nei quali verranno affrontati i temi generali della Scuola di San Benedetto.
Nel mese di settembre 2020 si terrà la seconda fase del corso, tenuto da Maria Chiara Nordio, che comprende le istruzioni precise su come svolgere correttamente quotidianamente le lezioni a casa con i bambini tramite le didattiche che saranno inviate ad iniziare dal 1° ottobre 2020 fino al 31 maggio 2020.
Il ciclo di incontri si terrà nel Plesso Virtuale, accessibile solo ai genitori/maestri che hanno perfezionato l'Iscrizione corso genitore ed il versamento della quota, mentre per ricevere il supporto con le lezioni quotidiane all'a.s. 2020/2021 è necessario che i genitori iscrivano alla scuola di San Benedetto ciascun bambino tramite questo modulo Iscrizione bambino.

Il ruolo del maestro - Ama i vecchi


martedì 30 giugno 2020

Con la cura benedettina la scuola parentale è "più semplice da farsi che da dirsi"

La scuola parentale richiede solo tempo e dedizione dei genitori verso i figli.
Con la cura benedettina nostro figlio potrà imparare a leggere, scrivere, tenere di conto ed un po' d'inglese, in modo facile, divertente e... gustoso come una mela.

Il ruolo del Maestro - La scuola finisce


venerdì 8 maggio 2020

L'intervista del giornalista Matteo Orlando per il sito Informazione Cattolica

“Mettere al centro il bambino soddisfa pienamente i criteri del Nuovo Umanesimo cancellando Dio e la Verità”. Ne è convinta Maria Chiara Nordio, trevigiana, insegnante di scuola primaria e certificata presso la Krasnoyarsk University in percezione sensoriale nello Spettro Autistico, l’istituto diretto dalla dottoressa Olga Bogdashina, presidente della Autism Society dell’Ucraina.
La Nordio, sposata con il giornalista Nicola Pasqualato e madre di due figli (di cui uno nato con Disordine della Spettro Autistico) si è laureata in Scienze dell’Educazione all’Università degli Studi di Padova ed è autrice del saggio Benedetta Scuola, sulla povertà educativa dell’offerta formativa pubblica della scuola di oggi. Ha scritto anche le favole “Mamma e papà, il segreto della felicità” e “Bentornato piccolo mio” e il romanzo “Il Papa Muto”.

La Nordio, attraverso l’aiuto dell’avvocato Gianfranco Amato, uno degli organizzatori del Family Day, del giornalista Matteo Castagna e di altri supporter, ha lanciato la Scuola San Benedetto, una scuola fisica a tutti gli effetti (solo ora in situazione di emergenza si configura come homeschooling), con un insegnante e con un massimo di 10 bambini. Al suo interno trovano posto tutti i bambini, unico discrimine: essere cattolici.

venerdì 10 aprile 2020

BENEDETTA SCUOLA la mia scuola.


Il libro BENEDETTA SCUOLA di Maria Chiara Nordio è un'analisi critica alla povertà educativa dell'offerta formativa pubblica, principalmente della scuola primaria. Con la formula dell'intervista giornalistica all'autrice, il saggio della Nordio espone le critiche alle pedagogie ed agli approcci educativi, contestualmente alle indicazioni al contrasto del fallimento della scuola pubblica italiana, certificato anche dai recenti dati OCSE che evidenziano la scarsità di istruzione degli alunni italiani.

sabato 21 marzo 2020

FERMA EL COERA CO NA PREGHIERA, ecco la versione in Lingua Veneta della poesia di fede per la salvezza dell'anima in periodo di epidemia.

Ecco la versione della poesia originale in italiano scritta da Maria Chiara Nordio "Se preghi tutto andrà bene" in Lingua Veneta "FERMA EL COERA CO NA PREGHIERA". La pubblichiamo con gioia e ci uniamo ai bambini veneti in questi giorni di isolamento relazionale per sostenerli nella salvezza dell'anima con la preghiera.

venerdì 20 marzo 2020

SI, PREGHI TUTTU BENI FINIRA', ecco la versione in siciliano della poesia di fede per la salvezza dell'anima in periodo di epidemia

Matteo Orlando ed Angelica La Rosa ci hanno inviato la versione della poesia in Lingua Siciliana "SI PREGHI TUTTU BENI FINIRA'" della poesia originale in italiano scritta da Maria Chiara Nordio "Se preghi tutto andrà bene. La pubblichiamo con gioia e ci uniamo ai bambini siciliani in questi giorni di isolamento relazionale per sostenerli nella salvezza dell'anima con la preghiera.


mercoledì 18 marzo 2020

SE PREGHI TUTTO ANDRÀ BENE, poesia di fede per la salvezza dell'anima in periodo di epidemia

Dalla Scuola di San Benedetto di Maria Chiara Nordio una poesia per i bambini che vogliono salvare la propria anima con la preghiera.


SE PREGHI TUTTO ANDRÀ BENE



sabato 22 febbraio 2020

Presentato a Treviso il libro BENEDETTA SCUOLA

La scuola italiana è tutt'altro che eccellente e l'approccio educativo di Maria Montessori è tutt'altro che edificante.
E' quanto emerge dal saggio di Maria Chiara Nordio Benedetta Scuola.
La pedagogista trevigiana va contro il pensiero unico che considera la scuola italiana come la migliore del mondo.
Ne critica invece le pedagogie, i libri, l'indisciplina, l'indifferenza dei genitori, l'indolenza dei docenti, la celebrazione dei bambini, l'indifferenza alle regole ed il fallimento dell'inclusione scolastica per gli alunni disabili psichici.

martedì 31 dicembre 2019

Al via la formazione delle maestre

Per trasferire quotidianamente le didattiche alla maestre nel territorio italiano impieghiamo la piattaforma di google Classroom. Settimanalmente, un webinar in diretta permette a tutte le docenti di interagire con Maria Chiara e ricevere le giuste istruzioni per lo svolgimento delle lezioni in classe. Chi vuole iniziare la formazione per aprire la scuola di San Benedetto di Maria Chiara Nordio nel proprio paese scriva a scuolanordio@gmail.com

domenica 1 settembre 2019

L'educazione parentale garantisce l'educazione voluta dalla famiglia.

L' educazione parentale garantisce la continuità educativa voluta dalla Famiglia, garantisce il rispetto delle tradizioni e dell'identità che il mondo di oggi considera invece un disvalore conducendo la società attuale allo sfacelo che tutti vediamo, anche se non tutti ammettono esistere.